Home Page - Chitosano Vegetale - Studi e Articoli - Contatti
 

L'integrazione della dieta con chitosano vegetale cambia il profilo adipocitochinico nei topi resi obesi con la loro dieta; un fenomeno legato alla sua azione di riduzione dei grassi.

a School of Pharmacy, Shenyang Pharmaceutical University 110016, Shenyang, China
b Department of Pharmaceutics and Biopharmacy, Philipps-University Marburg, Ketzerbach 63, D-35032 Marburg, Germany
Available online 29 September 2009 of ScienzeDirect


Dati recenti hanno rivelato che il chitosano riduce nei topi l'obesità indotta da una dieta ricca di grassi (HF = high-fat diet) senza descriverne le conseguenze di un effetto del genere. Lo scopo di questo studio è di esaminare la capacità del chitosano vegetale di modificare i livelli degli adipociti. Inoltre lo studio vuole accertare la rilevanza di questo effetto sulla formazione di massa grassa e sul metabolismo del glucosio e dei lipidi nei topi obesi. I topi sono stati alimentati con una dieta HF o una dieta HF integrata con 5% di chitosano vegetale per un periodo di dieci settimane. L'ipertrigliceridemia indotta da una dieta HF, l'iperinsulinemia a digiuno e l'accumulazione di grasso nel fegato, nei muscoli e nel tessuto adiposo bianco (WAT) erano ridotti dopo il trattamento con il chitosano. Il contenuto più alto di lipidi nell'intestino dopo il trattamento con il chitosano implica che questa fibra alimentare riduce l'assorbimento dei lipidi. Supponiamo che il livello minore di trigliceridemia notato dopo il trattamento con chitosano potrebbe essere anche un risultato del minore FIAF (fasting-induced adipose factor) che si manifesta nel tessuto adiposo viscerale. I livelli del IL-6, della resistina e della leptina si sono diminuiti nel siero dopo l'integrazione con il chitosano.



RISULTATI
- L'integrazione alimentare con il chitosano vegetale riduce l'aumento di peso, la capacità di trasformazione degli alimenti e la formazione di massa grassa;
- L'integrazione alimentare con il chitosano vegetale riduce l'accumulo di lipidi nel fegato e nei muscoli;
- L'integrazione alimentare con il chitosano vegetale riduce gli adipociti circolanti; un fenomeno collegato alle sue capacità di anti-obesità
- L'integrazione alimentare con il chitosano vegetale riduce l'iperinsulinemia senza migliorare la iperglicemia a digiuno centralina aggiuntiva
CONCLUSIONI

Concludiamo che il chitosano vegetale, derivato da funghi, combatte alcuni disordini infiammatori ed alterazioni metaboliche che si trovano nei topi resi obesi con la loro dieta, perché riduce l'efficacia dell'alimentazione, la massa grassa, la secrezione adipocitochina e la deposizione ectopica del grasso nel fegato e nei muscoli.



Share |



ChitosanoVegetale.it sito internet di proprieta di Clavis srl - Realizzato da InternetSol
Visualizza la versione multilingue del sito VegetableChitosan.com

 Altri prodotti Clavis:
Key Melatonin:www.melatonina.it
Key Alghe:www.keyalghe.it
Clavis Harmoniae:www.clavisharmonaie.it



CLAVIS SRL - Via Della Piazza 7/D - 25127 Brescia ( BS )
C.F./P.IVA/Reg. Impr. Brescia: 02391310980 - REA 445872 - Capitale Sociale Euro 12.000,00
Tel./Fax 0303702608 - Email: info@clavis2000.com - PEC: clavis@pecservice.it


Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici